venerdì 3 agosto 2007

Il meglio che possa capitare a un pesce palla


Ma che storia é questa?
Ho sempre pensato che una “fine” carina per un pesce palla potesse essere l’acquario di “Alla ricerca di Nemo” (anche se non ho mai capito come facesse a starci in quell’acquario cosi piccolino . Ebbene mi sbagliavo.
Qualche sera fa, sono andata al ristorante, si si, ce ne sono a Freetown e questo, “Alex” é anche molto bello. Di solito, durante la stagione secca si può mangiare con una stupenda vista mare, lucine dappertutto, candele e cielo stellato. Molto romantico! E poi si mangia discretamente bene, certo tutto questo lo si paga un po’, ma sempre nei limiti dell’accessibile.
Invece l’altra sera pioveva... niente romanticismo... banalissime file di tavoli con tovaglie bianche, sedie di plastica e il tutto coperto da una tettoia... si ma... che tettoia!
A illuminare la sala, non lampadine normali o ordinari lampadari, ma pesci palla ben gonfi e luminosi!
Fantastico! Mi chiedo,li hanno catturati già gonfi o li hanno gonfiati dopo?:-)








4 commenti:

ivan ha detto...

Ma è un caso che si parla di risotrante proprio quando raggiungi le 2000 visite?? Forse no! Quindi... Questa volta offro io, e porto pure il portafoglio!!
;-))

Giacomo ha detto...

noooo questo lo metto sul mio blog. Il prossimo progetto lo propongo anch io

ivan ha detto...

Ora ho un motivo in più... Ti devo proprio una cena!!
;-)))

Betta ha detto...

visto che fantastica idea ;-) ?