venerdì 23 novembre 2007

Ciao Sierra Leone

Ebbene si é arrivato il momento di partire.
Sono contenta di lasciarmi alle spalle questo anno cosi difficile, sono contenta di andare via di qui!
Mi dispiace non aver veramente potuto apprezzare questo paese e la sua gente. Avrebbe potuto essere tutto molto diverso, ma purtroppo conservero' un ricordo un po' amaro dei miei giorni passati qui, anche se so che il tempo e la distanza aiutano ad addolcire i ricordi.
Resto convinta che questo sia veramente un bel paese, pieno di potenzialità...ho solo avuto sfortuna e questo puo' capitare ovunque.
Ok ci siamo é il momento di voltare pagina.
Ma voglio ricordare la Sierra leone con le foto scattate durante le prime settimane qui, quando ancora non sapevo come sarebbe andata. In queste foto c'é quello che vedevo in quei primi giorni... lo trovavo fantastico!

mercoledì 21 novembre 2007

Carta.... un altro spreco!




Mi é preso il pallino della salvaguardia dell'ambiente:

ecco un'altra cosa che mi fa imbestialire: vedere quanta carta si spreca in questo ufficio.

Certo lo so é cosi in tutti gli uffici, ma noi in quanto ong dovremmo essere sensibili a questa tematica.

Insomma un po' di educazione al corretto uso della carta! Ci ho provato, almeno con il mio team ma mi guardano come se fossi pazza, no peggio mi snobbano.

E cosi tutti stampano senza mai riflettere se é davvero necessario. Ci sono volte che la persona che stampa non si ricorda nemmeno di averlo fatto e lascia tutto a fianco della stampante per dei giorni e poi questa carta viene buttata via. Almeno usassero questi fogli come carta per appunti o scarabocchi, no anche per questi ci vuole un bellissimo (e costosissimo) foglio di carta bianca.

Ahhhhhh orrore cosa sono quei fogli per terra(foto 2)! e qualcuno invece di raccoglierli li ha perfino calpestati, ci le orme :-(

Mi da troppo fastidio questo non rispetto delle risorse del nostro pianeta.

lunedì 19 novembre 2007

il blog di Natale della Betta

Da oggi apro ufficialmente il blog di Natale
Avrei voluto prepararlo meglio, ma onestamente é un periodo dove lavoro 12 ore al giorno sabato e domenica compresi. Quindi lo migliorerò con il tempo.
Non potevo più aspettare visto che ho ricevuto una mail di babbo Natale. Quindi il Natale per me é cominciato.

giovedì 15 novembre 2007

Acqua…. CHE SPRECO!

Si parla tanto di acqua come bene prezioso, come bene commune. Si parla tanto di problemi di acqua in Africa... certo in molti Paesi l’accesso all’acqua potabile é difficile per non parlare di tutte le zone che soffrono di mesi e mesi di siccità. Ma che dire quando l’acqua in Africa viene sprecata?
Sono abituata a chiudere il rubinetto quando mi lavo i denti o mentre mi insapono sotto la doccia, se un lavandino gocciola c’é sempre una bacinella sotto per recuperare l’acqua quindi mi innervosisce parecchio vedere che questo bene cosi’ prezioso viene snobbato, anche da chi in realtà dovrebbe sapere più di chiunque quanto sia vitale.
Stavo aspettando la macchina per andare in ufficio fuori dal portone di casa mia e ho visto che la terra era tutta bagnata... non ci avevo mai fatto caso, durante la stagione delle piogge ho sempre dato per scontato che fosse cosi, ma ora non piove più percio’ mi sono chiesta da dove venisse tutta questa acqua. Ebbene mi sono accorta di quanti tubi a vista ci sono sulla strada e in due punti sono tagliati. Sulla strada non c’era nessuno e dai tubi usciva acqua (e non solo goccioline), per non parlare della fontanella, anche li rubinetto aperto senza nessuno nei paraggi che potessi giustificarne l’uso!
Il giorno dopo i tubi erano piegati e legati, ma ovvio che le perdite di acqua sono inevitabili.
Credo che oltre a dover riparare tutto il sistema idrico sia importante una forte sensibilizzazione della popolazione! Qui come anche da “noi”.






UN - Water for Life 2005-2015


martedì 13 novembre 2007

VOGLIO UN MONDO ROSA SHOKKING

Qualche mese fa mi é stato regalato il libro "Voglio un mondo rosa shokking". Ovviamente mi é stato regalato per il titolo. E l'ho divorato durante uno dei miei viaggi Milano-Freetown.
Poi ho scoperto che le due ragazze che lo ha scritto hanno anche un sito. Il sito si chiama Quote Rosa Shokking e all'interno c'é una Community o meglio una shokking community... ebbene da oggi anche io ne faccio parte ;-) cliccate QUI per vedere oppure accedete alla community dal sito e cercate sotto la categoria "sociale".
Da leggere c'é anche il magazine : Mondo Rosa Shokking.

sabato 10 novembre 2007

Eh... non ci sia annoia mai!

Mi mancano poco meno di tre settimane ma non posso certo dire che mi annoio. I colpi di scena qui non mancano mai...
La violenza sembra essere il carattere dominante di questa missione e cosi finalmente anche il capo ha deciso che se ne va. Bravo!
Ma é impressionante come certi tizi continuino a imperterriti nella loro piccolezza. Nei tre giorni di workshop sulla strategia 2008 di tutto si é parlato fuorché di strategia e sono volate minacce, piuttosto pesanti: il tipo che aveva sfondato la porta della mia stanza a luglio ha pubblicamente minacciato il capo di volergli tirare un pugno. E il peggio é che più della metà della gente che lavora con me... lo difende!
Roba da matti... questi sono davvero matti!
Comunque ci sono stati anche dei momenti tranquilli durante questo workshop ... ecco le foto!



Il workshop si é svolto in un ristorante / locale notturno. Figo, vista mare e pranzi buonissimi (cucina indiana), ma sono rimasta perplessa quando sono andata al bagno delle signore, se cosi’ le possono ancora chiamare dopo aver visto 4 avvisi che dicono: “please do not urinate on the floor”. Che schifo!!!! Come é possibile? Ci sono donne / ragazze che fanno pipi per terra? Cioè intendo se possono usufruire di un water? Blé non ci voglio pensare, non oso nemmeno a immaginare!!!


venerdì 9 novembre 2007

Google e ONU insieme per lo sviluppo

Ecco qualcosa che mi sta particolarmente a cuore: un'iniziativa fantastica!L´Onu, Google e Cisco hanno lanciato il sito www.mdgmonitor.org, che seguirà i progressi ottenuti nella realizzazione dei Millennium Development Goals (MDGs), gli Obiettivi del millennio per lo sviluppo fissati per il 2015.
L’MDG Monitor permette anche di utilizzare le carte di Google map per esplorare i luoghi dove le attività dei MDGs sono in corso di realizzazione, permettendo così a più di 300 milioni di utilizzatori di Gogle Earth di comprendere meglio gli Obiettivi del millennio e quel che si sta facendo per realizzarli.
Gli MDGs, frutto di un accordo raggiunto nel 2000 tra i governi di 189 Paesi, puntano a realizzare il progresso dello sviluppo in 8 settori: eradicazione della povertà e della fame; realizzazione dell’insegnamento universale primario; promozione dell’uguaglianza tra i sessi ed autonomia delle donne; riduzione della mortalità infantile; miglioramento della salute materna; lotta contro la malaria, l’Aids ed altre malattie; sostenibilità ambientale; messa in campo di un partenariato mondiale per lo sviluppo.
Un impegno ambizioso e molto difficile da raggiungere, visto che ad otto anni dal via degli MDGs ancora un miliardo di esseri umani vive con meno di un dollaro al giorno, circa 6 milioni di bambini dei Paesi poveri muore di malnutrizione prima di arrivare a 5 anni, e che nei Paesi poverissimi meno della metà dei ragazzi va alla scuola primaria e meno del 20% a quella secondaria.
Ben vengano allora iniziative “virtuali” come quella di Cisco e Google che fanno conoscere meglio il buono e il brutto di questa terribile realtà, anche se quel che manca davvero sembrerebbero gli atti concreti.

Andate a vedere... é davvero interessante.
http://www.mdgmonitor.org/

martedì 6 novembre 2007

Dallo scaffale...

Il mio pc si é rotto (quello dell’ufficio, il mio persoanle é a casa!), la connessione internet pure… per svagarmi non mi resta molto se penso che al ristorante non posso andare la sera da sola perché non posso guidare al buio (regola sicurezza) niente film, niente post da scrivere sul blog, niente lavoro, ha piovuto quindi niente piscina nel week end... mi sono messa a leggere come una pazza...
Ecco qui cosa:

Follie di Brooklyn

Che dire… Follie di Brooklyn è primo libro di Paul Auster che leggo, mi è piaciuto anche se probabilmente leggendo i commenti dei veri fans non è il suo capolavoro.
Mi sono annotata tanti passaggi del libro, ma quello che più rimane impresso è il concetto di “l’Hotel Esistenza”: un mondo immaginario dove potersi rifugiare tutte le volte che quello reale non ci piace… e perché no, magari cercare di farlo diventare quasi reale.
Mi piace tanto questa di rifugio, soprattutto in questo periodo così difficile da vivere! Al liceo dicevano che vivevo in un mondo parallelo :-) e quando ero piccola mi ricordo di avere avuto un “castellano” un modo immaginario in cui obbligavo a entrare anche le mie sorelle (soprattutto la Nora che poverina aveva la sola colpa di essermi vicina di età e compagna di stanza), così potevamo incrociare le storie. Certo lo facessi adesso sembrerei un pochino pazza, ma per salvarmi dalla follia del quotidiano, cosa non darei per avere ancora un “castellano”… ma con l’età la mia capacità di sognare e fantasticare si è decisamente annebbiata.

Nessun Dio in vista - Altaf Tyrewala

Nessun Dio in Vista di Altaf Tyrewala
Non l’ho comprato per la copertina rosa… il fatto che fosse rosa ovviamente mi fa impazzire, ma la vera ragione é che parla dell’India. E l’India resta una delle poche cose che ancora sogno.
Il libro non mi ha entusiasmata... descrive l’India e lo fa con uno stile narrativo carino, mi é piaciuta l’idea, ma é troppo triste e deprimente.. certo sicuramente l’India é anche cosi’... forse l’ho letto nel momento sbagliato.
Comunque, un passaggio che mi piace:
“...la rettitudine o meno delle mie azioni rimane un enigma e i miei tentativi di distinguere il giusto dallo sbagliato mi fanno venire in mente un cieco che tenta di discutere di colori...”
Forte eh?

Alta fedeltà - Nick Hornby

Alta fedeltà... Finalmente l’ho letto ! Bellissimo più che per quello che é raccontato per il come. Lo stile di Hornby é esilarante e ho passato un week end a divertirmi come un pazza.
Non mi identifico con i personaggi con la loro storia e i loro sentimenti, forse solo con alcuni piccoli aspetti, ma é veramente da leggere.

Persuasione - Jane Austin

Ho letto Persuasione di Jane Austin.
Io non mi considero molto una da letterartura classica, quindi perché sono arrivata a leggere questo libro ?
Nel film « La casa del lago del tempo » si parla di questo libro… é il libro preferito dalla protagonista perché parla di attesa. Sandra Bullock racconta la storia dicendo che due giovani si incontrano, si innamorano, ma non possono coronare il loro sogno d’amore in quel momento e si perdono di vista per ben 7 anni. E si aspettano… e infine arriva il momento giusto per stare insieme. L’idea era talmente romantica e terribilmente triste che ha interessato subito una perenne depressa come me.
Cosi quando sono tornata a casa in vacanza l’ultima volta ne ho parlato a mia sorella Nora super laetterata che ero certa conoscesse il libro !
… e me lo ha regalato per il moi compleanno.
Cosi l’ho letto.
Mi é piaciuto tantissimo tanto che mi é dispiaciuto dover lasciare i personaggi alla fine: mi hanno fatto molto compagnia. Eh...si certo parla di sti 2 tizi che si aspettano, ma anche di molto altro… per esempio del perché si lasciano in un primo momento : per la « persuasione » lei viene convinta che lui non sia adatto a lei. Parla del vantaggio di avere un carattere fermo e forte e sapere prendere le proprie decisioni, ma ne fa vedere anche i limiti… E parla di qualcosa che mi piace da morire. Ecco uno dei passaggi in in cui mi identifico con Anne la protagonista:
“... Il signor Elliot era ragionevole, discreto, elegante, ma non era aperto. Non vi era mai in lui un’esplosione di sentimento, un accalorarsi nello sdegno o nella gioia, per il male o per il bene degli altri.
Qusta agli occhi di Anne, era un’autentica imperfezione...
... Apprezzava più di ogni altro un carattere sincero, dal cuore aperto, ardente. Il calore e l’entusiasmo la attiravano ancora.Sentiva di potersi fidare della sincerità di quanti dicevano a volte qualcosa di avventato o frettoloso ben più che di quelli la cui presenza di spirito non subiva mai un mutamento, che non dicevanomai una parola affrettata.”

Eh già!.. dopo due anni in cui vivo con gente ipocrita che sa sempre cosa dire, mai una parola fuori posto, senza mai davvero dire quello che pensa... questa vita in mezzo a falsi e eternamente "corretti"... mi ha fatto piacere non sentirmi sola!

I love shopping con mia sorella - Sophie Kinsella

I love shoppoing con mia sorella di Sophie Kinsella
E va bene dai lo devo confessare… in questi ultimi 15 giorni ho letto anche “I love shopping con mia sorella” :-) troppo carino e ovviamente niente da riportare di particolarmente profondo o interessante.