mercoledì 23 gennaio 2008

Prossima missione... Bangladesh

Non so come dirlo…parto!
Calma calma, lo so che ho detto che sarei rimasta in Italia e avrei trovato un lavoro qui, visto che ho anche più o meno sistemato la casa di Milano.
E infatti è così, non mi sto rimangiando quanto detto al mio rientro dalla Sierra Leone.
Ma questa missione era veramente imperdibile: sono solo 6 settimane (un mese e mezzo) e poi in Asia, continente a me sconosciuto. Il Bangladesh era uno dei miei sogni e l’idea di poterci lavorare mi rende strafelice.
Perciò, anche se quasi tutti disapprovano questa scelta, il 3 febbraio (data ancora confermare) comincio una nuova avventura, andrò a fare un assessment per i bisogni psicosociali dei bambini malnutriti o a rischio di malnutrizione.
E poi mi fermo davvero: ho già accettato un lavoro a Milano per il quale in questi giorni sto facendo il passaggio di consegne.
Quindi sto passando dei giorni super incasinati, visto che sto anche finendo un rapporto per la Sierra Leone (uffi non si chiude mai questo capitolo terribile
)!
... e io che volevo fare delle vacanze…

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Lo so, non ti piace fare il Brunch da noi :-)
Do

betta ha detto...

ecco lo sapevo che ci rimanevi male! ho subito pensato al tuo brunch uffi...mi dispiace, dovrai farne un altro quando torno, tutto speciale per me ;-) o se no lo farò io da me :-)

Giacomo ha detto...

Sisi....un brunch a base di riso, pollo e magari banana fritta

betta ha detto...

perchè no... guarda che la banana fritta è buonissima (se non la mangi tutti i giorni per 11 mesi... anche per colazione) :-)

Giacomo ha detto...

Chissà magari la prossima volta verrai ad aiutarci in Italia: ieri sera si sono viste delle scene da terzo mondo... e non aggiungo altro!

betta ha detto...

hai ragione, la situazione è deprimente e disarmante...

ivan ha detto...

Ahah confermo, anche qui in costa rica si va a riso, banane fritte e similari. Buone buone. E tanto caffè..
E ovviamente anche sui giornali di qui si parla della nostra "povera" italia, che triste!
Ciaooooooo

Anonimo ha detto...

un mio compagno di università dopo la laurea è andato un mese...ad aiutare... è tornato felice ma molto diverso...ha lasciato l'università...boh! sicuramente è un posto pieno di problematiche...ma tu a questo sei abituata! buon viaggio e buon lavoro ciao cecilia

betta ha detto...

grazie per l'incoraggiamento.
le problematiche aimé ci sono ovunque, ma l'importante è provare a trovare delle soluzioni.
... ti racconterò al mio ritorno :-)