mercoledì 6 febbraio 2008

Rohingya, un popolo dimenticato

Sono ancora a Dhaka, preparo il viaggio-lavoro a Cox’s Bazaar.
Non é cosi semplice, non che mi aspettassi che lo fosse, ma l’organizzazione é un po’ piu’ laboriosa del previsto. Comunque trovo tutto molto interessante e sono veramente impaziente di partire. Mi sto documentando per arrivare preparata… se si puo’ essere preparati ad andare nei campi per rifugiati !
Lo studio che faro’ é sulla popolazione Rohingya , una minoranza entinica minority mussulmana del Nord Rakhine (uno stato di Myanmar). I Rohingya in Bangladesh sono dei rifugiati, scappati per le continue discriminazioni e difficoltà economiche e politiche. Molti di loro sono rimasti in Bangladesh e a parte quelli che vivono dei due campi legalmente riconosciuti dal governo, gli altri vivono in situazioni deplorevoli, senza godere di alcun diritto o assistenza.
Faro una valutazione dei bisogni psicologici nei due campi di rifugiati ufficiali e nelle comunità intorno, con una visitina anche al campo non ufficiale dove Medici Senza Frontiere ha un progetto di salute mentale legato alla malnutrizione. Esiste un rapporto fatto di recente su questo campo, ho visto delle foto che certo fanno riflettere.
Questo é il link al rapporto : No one should have to live like this
In questa fase in cui mi pongo tante domande e cerco di analizzare la situazione da lontano, mi dico che non sarà difficile trovare che la maggior parte della popolazione soffre di disagio psicologico, mi sorprenderebbe il contrario. Quello che mi chiedo é se un progetto di sostegno psicologico per una popolazione che vive costantemente una tale condizione di miseria serva a qualcosa. Vediamo cosa pensero’ alla fine delle mie 6 settimane… a che conclusione porteranno le mie ricerche.

lunedì 4 febbraio 2008

Prime ore in Bangladesh - Dhaka

Sono arrivata da poche ore e sono letteralmente distrutta. Vorrei poter scrivere tutte le mie impressioni, ma sono tante e confuse e anche io sono "confusa... e felice". In ogni caso restero' qui in capitale qualche giorno, cosi appena sono riposata e mi faccio un idea un po' piu chiara di dove sono capitata, lo raccontero'.
Comunque, nonostante non abbia dormito da piu di 24 ore, mi hanno concesso giusto un riposino di 2 orette e poi già al lavoro, cosi eccomi qui in ufficio che non é mio, ma che é confortevole. Fa freddissimo! e io che volevo fare invidia a tutti quelli che finiscono il rigido inverno in Europa. Quasi quasi mi manca l'Africa (scherzo, ovviamente)!