lunedì 12 maggio 2008

Una donna che non deve chiedere mai

Ieri, domenica, nessuno ha voluto accompagnarmi all’Ikea… mi rimanevano 2 soluzioni, rinunciare o andare comunque da sola. Mi sono detta che tanto dovevo giusto entrare comprare il paravento e tornare a casa. Il paravento in effetti è molto pesante: 2m x1,60m di grosso bambù… ma ho pensato che nonostante i miei miseri muscoletti ce l’avrei potuta fare.
Cosi sono andata, sono entrata, con un po’ di fatica ho caricato il rotolone di bambù sul carrello e poi ho comprato delle cosine che ovviamente non erano previste.
E…. all’angolo delle occasioni ecco il cassettone che volevo per la mia camera, con uno sconto di ben 50 Euro!!!!!! Non potevo di certo lasciarlo li. Il problema è che ovviamente era già montato.
…in figura qui sotto…
L’uomino Ikea mi aiuta a metterlo sul carrello dicendo che sicuramente ci sarebbe stato in macchina…. Dopo mille rocambolesche scene arrivo alla macchina e un gentilissimo signore sud americano ha tentato in tutti i modi di mettere il cassettone nel baule… sforzi inutili… il cassetone andava smontato!!hiiiiiiiiii tutta sola! Io così gracile e impedita! Va bè non c’erano molte altre soluzioni cosi sono risalita da Ikea e con i loro attrezzi mi sono messa a smontare il mobile davanti agli occhi divertiti di tutti gli uomini che passavano.
Io però passati i primi minuti di smarrimento e disperazione mi sono divertita un sacco e la mia autostima ora è alle stelle. Sono davvero una donna indipendente, una donna che non deve chiedere mai!

giovedì 8 maggio 2008

AAA qualcosa di interessante da fare cercasi

Fase depressiva
Non capisco se mi devo considerare più un operatore pagine gialle (chiedetemi qualsiasi cosa e ve la troverò) o un’agenzia viaggi (dove volete andare in vacanza? Vi faccio subito il biglietto!)
Ecco, passo le mie giornate divisa tra fare il trovatutto e i booking aerei…
Devo assolutamente trovare qualcosa di interessante da fare per compensare questa frustrazione…
Qualche idea?
Tra l'altro quasi quasi faccio questo viaggio:
oppure lo organizzo agli altri a loro insaputa