mercoledì 18 marzo 2009

Muoversi ad Addis Abeba


Un po’ come in Senegal scopro un modo nuovo di vivere l’Africa, più libero e disinvolto, senza misure di sicurezza ultra protettive e con la possibilità di circolare liberamente con mezzi pubblici, ovviamente facendo uso di normale buon senso.
Per muoversi in città ci sono i taxi, delle vecchie Lada azzurre e bianche e anche i minibus sempre azzurri e bianchi… di cui non si capisce bene deve sono le fermate. Quindi ogni volta che si vede un gruppo di persone aspettare, più o meno in concomitanza di un lampione, è presumibilmente una fermata.
Il minibus passa, un uomo apre il portone scorrevole e grida la direzione e le persone ci si gettano sopra.
Una volta dentro ci si imbatte nelle solite decorazioni kitsch, sedili rosa plastificati con poggia testa pelosi o verde pisellino con poggia testa zebrati etc.
Davvero divertente :-)

2 commenti:

Anonimo ha detto...

la tua fortuna non finisce di stupirci...
la solita coppia
hi..hi..hi!!!!!!!!!
M.P.

Anonimo ha detto...

grazie degli auguri...!!!!
la solita coppia
M.P.