lunedì 16 dicembre 2013

Natale a Parigi/1

Per  la prima volta in 3 anni che vivo qui, mi sono decisa a fare le decorazioni natalizie. Finalmente mi sento a “casa” e anche se solo per una settimana, volevo respirare la magia del Natale. In effetti tra i viaggi in Africa e il mio ritorno in Italia per le vacanze, non passerò molto tempo qui a Dicembre…
Tornando dal Tchad mi sono resa conto che ormai era tardi per ordinare su internet le decorazioni che volevo da tanto: sarebbero arrivate troppo tardi e alcune non erano più disponibili. Ho fatto un giro nei negozi e niente mi ha colpito, tutto troppo sberluscente e tutto molto caro! Allora ho dato sfogo alla mia fantasia e creatività, ho fatto le decorazioni con le mie manine: dei cuori in origami per l’albero e degli stencil ricalcati dal pc, per i disegni con la neve sui vetri.
Sono davvero contentissima del risultato! Ero partita pensando che sarebbero state delle decorazioni provvisorie, per supplire alla mia mancanza di organizzazione e anticipazione e invece mi dico che meglio di cosi’ non poteva essere… almeno per quest’anno!

E ora scappo a finire le compere… lunga lista, ma per fortuna è lunedì e i grandi magazzini saranno vuoti!




mercoledì 11 dicembre 2013

Nollywood

In questi anni mi é capitato più volte di vedere dei film nigeriani divertentissimi, con intrecci familiari, grandi storie d’amore e tradimenti. 

Mi hanno sempre fatto sorridere e onestamente non mi dispiacciono. Non sapevo pero’ che esistesse addirittura un canale dal nome “Nollywood” dove questi appasionanti storie di vita, sono trasmesse senza interruzione giorno e notte. 
Qui sulla base di Moussoro (in Tchad), ho passato dei pomeriggi e delle serate, inchiodata davanti a questo sconosciuto e intrigante canale. Ovviamente non proprio per scelta : mi sono adattata alle scelte dei « proprietari » di casa… 
 Strano questo modo di passare le serate quando si potrebbe chiaccherare a lume di candela sotto un magnifico cielo stellato… ai miei tempi non avevamo la televisione sulle piccole basi come questa , oggi chiaramente le condizioni di vita sono migliorate un po’ ovunque e si puo’ approffitare della tencologia anche in piccoli villaggi come questo. 
 Forse se stessi qui un anno per gestire un progetto, mi farebbe piacere avere la televisione… sicuramente. Ma la nostalgia di un altro modo di vivere la vita in comune in contesti umanitari, rimane forte… parlo da ormai « turista umanitaria », troppo facile dire tutto cio’ quando resto solo una decina di giorni senza internet, senza luce e acqua corrente, senza poter mangiare quello che voglio, etc. in effetti ogni volta che faccio una visita nei paesi che gestisco da lontano, rimango incantata per quello che riscopro di me, della mia capicità ad adattarmi ad ogni situazione, ma ritorno a casa ogni volta sempre più consapevole che oggi non potrei piu’ fare questa vita a lungo…. Sarà l’età :) 
A parte tutto cio’… se vi capita di trovare Nolliwood, fermatevi un attimo a godervi un po’ i drammoni africani, che niente hanno da inviadiare agli eccentrici film bolliwoodiani ! si cambia solo di continente.

mercoledì 4 dicembre 2013

Come sono belli il deserto e i cammelli


Che poi in realtà qui sono dei dromedari… ma mi serviva la rima e poi la mia conoscenza tutta particolare degli animali non é un segreto per nessuno :) (si dice che da piccola avevo un libro con modelli di animali speciali …)
In ogni caso, paese che vai, animali che trovi! Sono in Tchad, ultimo viaggetto dell’anno (per fortuna !)
Dopo la grandissima delusione in Burkina Faso di essere andata proprio nel periodo in cui gli elefanti sono in vacanza, qui ho potuto soddisfare ampiamente la mia passione per la fauna locale.
Mi sento sempre come una bambina che vede ogni cosa per la prima volta, davanti a queste meraviglie della natura! 
E come non rimanere incantati quando passando con la macchina per le strade sabbiose del deserto, spuntano da ogni angolo questi bellissimi dromedari dall’aria elegante, sontuosa e con un espressione talmente calma, serena in pace con tutto…ecco si potrei ispirarmi al dromedario :)
Ma ci sono anche degli animali con molto meno charme : guardate questa specie di avvoltoi dalla taglia umana, come sono brutti !!! fanno davvero paura…
E per finire, mandrie magnifiche che garantiscono piatti di carne prelibata ogni giorno !
Non é di sicuro stata la visita più bella dell’anno, ma il paesaggio spettacolare e l’affascinante e arricchente incontro con « l’ altro » hanno reso questo viaggio molto  interessante.
Ci sono dei momenti in cui mi dico che sono molto fortunata a poter vivere tutte queste esperienze !









domenica 1 dicembre 2013

Arrivare secondi = arrivare ultimi ?


L’importante é partecipare ? o vincere ?  e se non si arriva primi é come arrivare ultimi ?
Scopro qualcosa di me che conoscevo poco : la competizione.
Non credo di essere mai stata competitiva, sicuramente ho voluto essere riconosciuta brava, ma non più brava degli altri, brava il giusto per passare un esame o avere un posto di lavoro, etc. ma non per essere la migliore.
Forse é ancora cosi, ma quando il mese scorso ho partecipato a un covegno dove presentavo un poster scientifico ho decisamente sperato di vincere il primo premio.
Ho vinto il secondo e onestamente sono stra-felice, ma non é il primo… pazienza!
Quello che mi piace é che sono davvero felice per la persona che ha vinto, é davvero stupendo essere un gruppo ed essere solidali.  

Che straordinaria avventura sta iniziando! 
P.S. Ovviamente il mio primo poster non poteva che essere rosa :)