giovedì 26 febbraio 2015

Ebola is real

Si Ebola esiste davvero, anche se non si vede, non é tangibile e forse é proprio questo a renderla cosi inquietante.
Per la prima volta da quando faccio questo mestiere ho avuto un sussulto al cuore arrivando all’aeroporto. Ho cercato di seguire quello che facevno gli altri e cosi mi sono diretta verso il bidone con acqua clorata e mi sono fatta prendere la temperatura.
Poi un po’ di panico aspettando le valige… mi rendo conto di come é difficile rispettare la « no touch policy », ovvero il rispetto di una certa distanza dalle persone. E’ tutto cosi confuso ….mi dico che davvero non é il tipo di contesto per me.
E poi il giorno dopo é la stessa cosa, cerco di copiare gil altri, mi sbaglio un po’ su tutto, mi metto anisa da sola…
Ok se ci penso razionalemente ci sono solo 4 casi confermati in tutto il paese, non é esattamente come qualche mese fa. Non significa che si deve abbassare la guardia, ma forse posso essere un pochino meno tesa.
Quali sono le regole ? semplice : non toccare niente e nessuno, disinfettare mani e piedi quando si entra in un luogo (ufficio, casa, supermercato, banca, etc.) e misurare la temperatura.

Diventa presto un’abitudine, una simpatica routine.


Nessun commento: